bestsmile logo
Topics

Aligner

Le cattive abitudini possono avere un impatto negativo sulla posizione dei denti

Mentre alcuni disallineamenti dentali sono genetici, altri sono causati da cattive abitudini.

Le cattive abitudini possono avere un impatto negativo sulla posizione dei denti

Il giusto equilibrio

Affinché i denti, la mascella e la mandibola si sviluppino normalmente e crescano dritti, l’equilibrio della tensione tra le ossa e i muscoli non deve essere disturbato. Anche se non ne siamo consapevoli, le nostre labbra e la nostra lingua premono costantemente contro i nostri denti. In linea di principio, la pressione non è né troppo forte né troppo debole e viene esercitata nei punti giusti.

Gli squilibri hanno un grande impatto

Se nella bocca si verificano squilibri di tensione, la crescita della mascella, della mandibola e dei denti può essere influenzata. La nostra lingua spinge i denti in avanti e verso i lati, mentre le labbra chiuse hanno l’effetto esattamente opposto. L’abitudine di mordersi o di premere le labbra fa sì che la pressione delle labbra sia maggiore rispetto alla pressione esercitata dai muscoli della lingua. Questo può portare a un’inclinazione dei denti anteriori.

Correzione dentale bestsmile

Succhiare il pollice & Co

Molti sanno che succhiare il pollice può danneggiare l’allineamento dentale dei neonati e dei bambini. Tuttavia, questa non è l’unica causa. Anche gli adulti influenzano il loro allineamento dentale con determinate abitudini. Tra queste ci sono ad esempio mordersi o succhiarsi le labbra, premere le labbra, mangiarsi le unghie (onicofagia), premere la lingua e la respirazione orale.

Ma iniziamo spiegando gli effetti negativi di succhiare il pollice, coperte o peluche: se nella bocca si trovano regolarmente dei corpi estranei, lo sviluppo della mascella viene disturbato. Nel peggiore dei casi, questo può causare un morso aperto. In questa malocclusione, gli incisivi superiori si inclinano in avanti e gli incisivi posteriori verso l’interno. Inoltre, gli incisivi superiori vengono spinti nella mascella. Pertanto, gli incisivi superiori e inferiori non coincidono più quando si morde. Dall’età di tre anni, i bambini dovrebbero smettere di succhiare il pollice o altri oggetti. Se un bambino continua a succhiare il pollice anche dopo i 6 anni, si possono sviluppare severe malformazioni dei denti e della mascella.

La respirazione orale

Contrariamente a quanto molti credono, il disallineamento dentale a causa di cattive abitudini è un fenomeno che colpisce anche gli adulti. Nel caso degli adulti, può essere un problema ad esempio la respirazione orale. Se il passaggio del flusso dell’aria nasale è ostruito, la respirazione naturale attraverso il naso risulta più difficile e si tende a respirare con la bocca. Questo si traduce in un abbassamento della mandibola e spinge a collocare la lingua sul pavimento orale. Le conseguenze: un morso aperto, un cambiamento delle dimensioni dei denti anteriori e un restringimento della mascella superiore. Si consiglia di consultare un otorinolaringoiatra (ORL) e un dentista per far trattare il passaggio del flusso d’aria nasale.

L’onicofagia (mangiarsi le unghie)

Mordersi le unghie in modo compulsivo e frequente può causare danni ai denti e alle gengive a qualsiasi età. Come quando si succhia il pollice, le dita, in quanto corpo estraneo, spingono contro i denti, che con il passare del tempo si spostano. Inoltre, le schegge delle unghie possono ferire le gengive, il che può portare a un’infiammazione. I motivi che portano a mordere e rosicchiare le unghie possono essere, tra gli altri, stress, nervosismo e disturbi comportamentali.

Funzione errata delle labbra

Queste cattive abitudini comprendono succhiare le labbra, premere il labbro inferiore contro i denti anteriori inferiori e mordersi le labbra. Con queste abitudini, l’equilibrio della tensione tra labbra e lingua viene appunto disturbato. Mordersi regolarmente le labbra può influenzare negativamente i muscoli masticatori e l’articolazione temporo-mandibolare e provocare un disallineamento dei denti. Succhiarsi le labbra aumenta la pressione dietro gli incisivi superiori, facendoli inclinare in avanti mentre i denti inferiori si inclinano verso l’interno. Premere le labbra non va confuso con il premere della mascella o con il bruxismo. A questo argomento abbiamo dedicato un articolo separato: Bruxismo – Digrignare i denti di notte.

La spinta linguale

Quando si trova in posizione di riposo, la lingua appoggia delicatamente con l’apice allo spot palatino. Tuttavia, quando la lingua esercita una pressione frontale, laterale e circolare, la lingua è posizionata tra la mascella superiore e inferiore. Questo dà alla lingua più spazio e le file dei denti si allontanano l’una dall’altra. Nei casi in cui la lingua preme costantemente in avanti o lateralmente contro i denti, il risultato è una bocca permanentemente aperta. Questa cosiddetta discinesia può essere trattata per esempio con la logopedia, la psicoterapia, la terapia miofunzionale e l’ortodonzia.

Prenota un appuntamento